Black Friday, effetto "gregge" e strategie di "piacere" - Pragmatica

Black Friday, effetto “gregge” e strategie di “piacere”

Black Friday, effetto “gregge” e strategie di “piacere”

Black Friday, effetto “gregge” e strategie di “piacere”

Il “venerdì nero”, meglio conosciuto come Black Friday, è il rituale americano dello shopping ed è basato sul collegamento di  strategie di neuroscienze e di business.

Quali sono i vantaggi percepiti dal consumatore?

  1. Il piacere d’acquisto
  2. Il “buon affare”
  3. La percezione della “cifra vantaggiosa”
  4. La teoria del “nessun rimpianto”

Gli studi di Neurovendita© effettuati dal dott. Lorenzo Dornetti, dimostrano i vantaggi percepiti dal consumatore, facciamo un esempio: Immaginiamo un cliente che voglia comprare un televisore ed ha un budget di 400 euro. Secondo voi lo comprerà? Secondo la classica teoria economica si, se il dolore del pagamento è minore del “piacere” di avere un nuovo televisore. Se il cliente sa che il televisore fino a settimana scorsa costava 540 euro percepisce un ulteriore piacere emotivo legato al “buon affare” dovuto al risparmio di denaro. L’autostima dell’aver risparmiato soldi accresce la propensione d’acquisto di un bene.

Un altro sentimento che si innesca è la teoria del “nessun rimpianto” legato al fatto che il cliente non voglia pentirsi di non aver acquistato un bene o un prodotto che in quel momento era ad un prezzo vantaggioso. Di conseguenza la propensione d’acquisto aumenta ulteriormente.

Il Black Friday spinge i clienti ad acquistare prodotti di cui non hanno bisogno ma che percepiscono come necessità qualora tali prodotti sono ad “un prezzo vantaggioso“.

Il cervello tende ad imitare azioni, di conseguenza ci porta ad avere atteggiamenti come se facessimo parte di un “gregge“.

Le aziende hanno allungato il periodo del Black Friday, da un giorno ad una settimana, però depotenziando l’effetto legato alla scarsità e al rimpianto.

 

 

Contattaci per un preventivo senza impegno

Non esitare a scriverci o chiamarci per qualsiasi chiarimento, dubbio o domanda!

   Dichiaro di avere un’età non inferiore ai 16 anni nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina privacy policy di questo sito.